Per tutti gli scopi pratici, si può pensare a MariaDB come un upgrade di MySQL:

  • Se si usa Windows, si veda anche Aggiornare MariaDB su Windows.
  • Per aggiornare partendo da versioni molto vecchie di MySQL, si veda Aggiornarsi a MariaDB da MySQL 5.0 (o versioni precedenti).
  • Nella stessa versione base (per esempio 5.1) è sufficiente disinstallare MySQL e installare MariaDB. Non c'è alcun bisogno di effettuare un dump e un restore dei database. Come per tutti gli upgrade, si raccomanda di effettuare un backup dei dati, prima.
  • E' necessario eseguire mysql_upgrade (come si fa anche con MySQL) per terminare l'aggiornamento. Questo è necessatio per accertarsi che le tabelle dei privilegi in mysql e le tabelle degli eventi vengano aggiornate, con i nuovi campi utilizzati da MariaDB. Si noti che, se si utilizza un pacchetto di MariaDB, mysql_upgrade in genere viene eseguito automaticamente.
    • Dopo aver eseguito mysql_upgrade è necessario riavviare MariaDB perché le modifiche abbiano effetto.
  • Tutti i vecchi client e connettori (PHP, Perl, Python, Java, etc) continueranno a funzionare senza modifiche (non è necessario ricompilare). Questo perché MariaDB e MySQL utilizzano lo stesso protocollo client, e le librerie client sono compatibili a livello binario. E' anche possibile utilizzare i vecchio pacchetti dei connettori di MySQL, se si vuole.

Aggiornare my.cnf

Tutte le opzioni del file my.cnf originale di MySQL dovrebbero funzionare bene con MariaDB.

Tuttavia, siccome MariaDB ha più funzionalità di MySQL, vi sono alcuni aspetti da considerare nel modificare il file my.cnf.

  • MariaDB utilizza per default lo storage engine Aria per le tabelle temporanee interne, invece di MyISAM. Se si hanno molti file temporanei, è meglio aggiungere aria-pagecache-buffer-size, impostandola allo stesso valore di key-buffer-size.
  • Se non si utilizzano le tabelle MyISAM, si può impostare key-buffer-size a un valore molto basso, come 64K.

Altre considerationi

Vedi anche

Commenti

Sto caricando i commenti......