Aggiungere MariaDB a sources.list

Su Debian e Ubuntu, si raccomanda caldamente di installare dai repository, utilizzando apt-get, aptitude o un altro gestore di pacchetti.

Prima occorre importare la chiave gpg usata nella firma dei repository. Essa permette ad apt di verificare l'integrità dei pacchetti dopo averli scaricati.

L'id della chiave è 0xcbcb082a1bb943db e il fingerprint completo è:

1993 69E5 404B D5FC 7D2F E43B CBCB 082A 1BB9 43DB

L'applicazione apt-key rappresenta un modo semplificato per importare tale chiave in apt:

sudo apt-key adv --recv-keys --keyserver keyserver.ubuntu.com 0xcbcb082a1bb943db

While importing signing key, either on ubuntu or debian system. The above command remains same.

Example:
localhost:~# apt-key adv --recv-keys --keyserver keyserver.ubuntu.com 1BB943DB
Executing: gpg --ignore-time-conflict --no-options --no-default-keyring --secret-keyring /tmp/tmp.ASyOPV87XC --trustdb-name /etc/apt/trustdb.gpg --keyring /etc/apt/trust ed.gpg --primary-keyring /etc/apt/trusted.gpg --recv-keys --keyserver keyserver.ubuntu.com xcbcb082a1bb943db
gpg: requesting key 1BB943DB from hkp server keyserver.ubuntu.com
gpg: key 1BB943DB: public key "Daniel Bartholomew (Monty Program signing key) <dbart@askmonty.org>" imported
gpg: no ultimately trusted keys found
gpg: Total number processed: 1
gpg: imported: 1

Una volta aggiunta la chiave, è possibile aggiungere il repository.

Per generare facilmente le voci corrette nel file sources.list (note anche come righe APT), si può utilizzare on line il Generatore sources.list.

Una volta ottenute le nuove voci per sources.list, bisogna aggiungerle al proprio /etc/apt/sources.list (ad esempio con il comando "sudo gedit /etc/apt/sources.list" oppure in un file separato sotto sources.list.d/ (ad esempio con il comando "sudo gedit /etc/apt/sources.list.d/mariadb.list".

E' inoltre possibile utilizzare l'interfaccia Sorgenti Software per aggiungere le righe APT. Questo strumento si trova nel menu "Edit" nel Software Center di Ubuntu. Nel gestore di pacchetti Synaptic esso si chiama "Repositories" e si trova nel menu "Settings". Dopo averlo lanciato, si selezioni la scheda "Other Software", si faccia click sul bottone "Aggiungi" e si incolli le righe APT (una alla volta).

Dopo aver impostato la chiave e le righe APT, sarà possibile eseguire:

sudo apt-get update

...per scaricare le informazioni che APT ha bisogno di conoscere per installare MariaDB.

MariaDB si potrà poi installare con qualsiasi gestore di pacchetti, ad esempio:

sudo apt-get install mariadb-server-5.2

Installare manualmente i file .deb

Sebbene sia sconsigliato, è possibile scaricare e installare i pacchetti manualmente, cioè senza l'ausilio di apt-get o altri gestori di pacchetti. Per farlo, si acceda al mirror più vicino e si visualizzi le directory sotto repo/. I file .deb si trovano rispettivamente in debian/pool/ e ubuntu/pool/.

Ecco i comandi che si possono utilizzare su un amd64 con Debian 5 per installare MariaDB 5.1.42 (le altre distribuzioni basate su Debian richiedono comandi molto simili):

sudo apt-get update
sudo apt-get install libdbi-perl libdbd-mysql-perl psmisc
sudo dpkg --install mysql-common_5.1.42-mariadb73_all.deb
sudo dpkg --install libmariadbclient16_5.1.42-mariadb73_amd64.deb libmysqlclient16_5.1.42-mariadb73_amd64.deb \
mariadb-client_5.1.42-mariadb73_all.deb mariadb-client-5.1_5.1.42-mariadb73_amd64.deb mariadb-server_5.1.42-mariadb73_all.deb \
mariadb-server-5.1_5.1.42-mariadb73_amd64.deb

Commenti

Sto caricando i commenti......